Notice: WP_Scripts::localize è stato richiamato in maniera scorretta. Il parametro $l10n deve essere un array. Per passare dati arbitrari agli script, usa la funzione wp_add_inline_script(). Leggi Debugging in WordPress per maggiori informazioni. (Questo messaggio è stato aggiunto nella versione 5.7.0.) in /home/admin/web/ypeople.it/public_html/wp-includes/functions.php on line 5777
M'Abituerò di Ligabue: Significato, Testo e Accordi | YPeople.it

M’Abituerò di Ligabue: Significato, Testo e Accordi

M’Abituerò è un brano di tipo rock alternativo, scritto e interpretato da Ligabue, estratto come secondo singolo dall’album live Campovolo 2.011 del 2012. Di seguito il significato, il testo e gli accordi della canzone.

Il brano fu originariamente scritto da Ligabue negli anni ‘80, sebbene con un testo e un arrangiamento diverso, e faceva parte della scaletta dei suoi primi concerti con gli Orazero. Il brano sparì dal repertorio di Ligabue una volta che il cantante incise i primi dischi, per poi venire eseguito durante il concerto di Campovolo 2.0 del 2011. Il singolo poco dopo l’uscita supera i 15.000 download e diventa così disco d’oro.

M’ABITUERO’ DI LIGABUE: IL SIGNIFICATO

M’Abituerò è canzone di tipo autobiografico, seppur sia stata pubblicata nell’album Campovolo 2.0, la canzone è precedente. Ligabue la scrisse in seguito a una storia d’ amore finita male, e racconta cosa si passa quando due persone si lasciano. Il brano esprime un pensiero di speranza, racchiude inoltre mille significati, mille vite obbligate, mille sofferenze e così via.

Spiega anche che nella vita prima o poi ci sarà da incontrare la parola fine, ma questa piccola parola racchiude un gran contrasto di significato, perchè esiste la fine attesa e la fine inaspettata che trafigge il cuore. Dopo una storia conclusa, si può solo affrontare la vita, andare avanti, ognuno come può, portandosi dietro quei ricordi incancellabili, e a volte talmente belli che con dispiacere si ci accorge che sono diventati difficili da ricordare.

In questa canzone c’è un evidente contrasto tra luce e ombra: la luce è l’ abutuarsi di andare avanti e l’ ombra è il soffrire per una fine non voluta ma accettata.

Infine, il significato di M’Abituerò è la speranza e quello di non arrendersi mai alla vita, abituarsi a tutte le difficoltà della vita andando avanti a testa alta non mollando mai.

M’ABITUERO’ DI LIGABUE: TESTO E ACCORDI

Rem  Do      Lam    Sib9

M’abituerò a non trovarti

Rem  Do                Lam     Sib9

m’abituerò a voltarmi e non ci sarai

Rem  Do   Lam     Sib9

m’abituerò a non pensarti

Rem  Do   Lam   Sib9       Rem  Do   Lam   Sib9

quasi mai, quasi mai, quasi mai..

Rem  Do      Lam    Sib9

Alla fine c’è sempre uno strappo

Rem  Do             Lam          Sib9

e c’è qualcuno che ha strappato di più

Rem  Do      Lam    Sib9

Non è mai qualcosa di esatto

Rem                 Do

chi ha dato ha dato e poi

Lam                  Sib9       Do

chi ha preso ha preso tutto quel che c’era

Sib9                 Fa

non conta più sapere chi ha ragione

Do                      Sib9  Fa Do

non conta avere l’ultima parola.. ora

Rem  Do      Lam    Sib9

M’abituerò a non trovarti

Rem  Do                Lam     Sib9

m’abituerò a voltarmi e non ci sarai

Rem  Do   Lam     Sib9

m’abituerò a non pensarti

Rem  Do   Lam   Sib9       Rem  Do   Lam   Sib9

quasi mai, quasi mai, quasi mai..

Rem  Do      Lam    Sib9

Alla fine non è mai la fine

Rem         Do     Lam       Sib9

ma qualche fine dura un pò di più

Rem  Do      Lam    Sib9

Da qui in poi si può solo andare

Rem          Do

ognuno come può

Lam          Sib9            Do

portando nel bagaglio quel che c’era

Sib9                 Fa

e le macerie dopo la bufera

Do                      Sib9  Fa Do

ricordi belli come un dispiacere.. ora

Rem  Do      Lam    Sib9

M’abituerò a non trovarti

Rem  Do                Lam     Sib9

m’abituerò a voltarmi e non ci sarai

Rem  Do   Lam     Sib9

m’abituerò a non pensarti

Rem  Do   Lam   Sib9       Rem

quasi mai, quasi mai, quasi mai..

Rem  Do            Lam

M’abituerò a non trovarti

Sib9  Rem  Do          Lam     Sib9

m’abituerò a voltarmi e non ci sarai

Rem  Do   Lam     Sib9

m’abituerò a non pensarti

Rem  Do   Lam   Sib9       Rem  Do   Lam   Sib9

quasi mai, quasi mai, quasi mai..

Erica Preziuso (studentessa YLab)

Leggi anche:

Passione e vivere per la musica: Fabio Giobbe si racconta a YPeople

BENVENUTO NEL MONDO  

 

Iscriviti al nostro canale YouTube

 ISCRIVITI

 

📲Per ricevere tutti gli aggiornamenti in tempo reale invia un messaggio su WhatsApp al numero +39 0461 163 6020

🔵 PROPONI LA TUA PARTNERSHIP A Y MEDIA ANALYTICA 🔵 

SCARICA LA BROCHURE

per richieste di informazioni:

direttore@ypeople.it