Loading...

Via del Campo Fabrizio de Andrè: significato e accordi

Via del campo è il titolo di una celebre canzone di Fabrizio De Andrè pubblicata nel 1967. Molti utenti sono alla ricerca del significato e degli accordi del bellissimo brano. La musica di questa canzone è stata scritta da Enzo Jannacci e dal premio Nobel Dario Fo.

Via del Campo (Fabrizio de Andrè): significato

Questo pezzo deve il suo titolo all’omonima strada di Genova, città natale del cantante. All’epoca in cui fu scritta questa strada era tra le vie più degradate della città, in questa zona vivevano i ceti sociali più poveri  e vi era una presenza massiccia di prostitute. Nella stessa canzone, viene presentata la figura di una prostituta che  non viene offesa, ma descritta con parole nobili.

Questo personaggio non vende il suo corpo come se fosse un oggetto, ma porge come dono la parte più preziosa di se stessa, la “rosa”, citata nel quarto verso della prima strofa.  Successivamente vi è descritta la figura di una bambina, simbolo di purezza e di speranza nel degrado del luogo in cui si trova, ciò è fortemente espresso nell’ultimo verso della seconda strofa che recita  Nascon fiori dove cammina”. Nella terza strofa viene presentata una seconda prostituta, anche in questo caso De Andrè  cerca di restituire quei valori che la società negava alle prostitute: l’amore. Sentimento puro, visto come estraneo in quel contesto, egli infatti canta “Se di amarla ti vien la voglia, basta prenderle la mano” con naturalezza, come se fosse una qualsiasi altra donna, da amare e rispettare. Nonostante si trovi in un ambiente degradato, egli cita il paradiso nella quarta strofa, in contraddizione con la povertà dei luoghi ed eleva i protagonisti del rapporto sessuale:  “E ti sembra di andar lontano
lei ti guarda con un sorriso
non credevi che il paradiso
fosse solo lì al primo piano.”

Nella penultima strofa vi è il primo personaggio maschile,  dopo il susseguirsi delle tre figure femminili. Egli viene presentato come ‘un’illuso’, il quale non risiede in Via del campo, così definito poiché si reca lì con l’intento di cambiare la natura della donna che desidera, proponendole un matrimonio, non rendendosi conto dell’impossibilità della sua richiesta.
Via del campo si conclude con la  sesta strofa che recita:
Ama e ridi se amor risponde 
piangi forte se non ti sente
dai diamanti non nasce niente
dal letame nascono i fior
dai diamanti non nasce niente
dal letame nascono i fior”.

In questa parte del brano, viene rappresentato in maniera esplicita il concetto di amore . All’amore si risponde con amore, accettando la possibilità del non essere ricambiati, soffrendo senza vergognarsi della propria debolezza.
I diamanti nominati subito dopo sono invece il simbolo della società conservatrice, considerata ormai finita poiché da essa non potrà mai nascere nulla, mentre il letame è un grande simbolo di futuro e nuova vita, dal quale potranno nascere fiori, intesi come qualcosa di diverso e migliore.

Gli accordi del brano sono i seguenti:

LA-        MI7    LA-

Via del Campo c’è una graziosa

DO     FA       SOL

gli occhi grandi color di foglia

DO        FA     DO

tutta notte sta sulla soglia

RE-       MI7   LA-

vende a tutti la stessa rosa

LA-       MI7   LA-

Via del Campo c’è una bambina,
DO     FA       SOL

con le labbra color rugiada,

DO        FA     DO

gli occhi grigi come la strada

RE-      MI7   LA-

nascon fiori dove cammina.

SOL     DO-    SOL7    DO-

Via del Campo c’è una puttana

MIb    SOL#     SIb

gli occhi grandi color di foglia

MIb     SOL#     MIb

se di amarla ti vien la voglia

FA-      SOL7  DO-

basta prenderla per la mano

SOL     DO-      SOL7     DO-

E ti sembra di andare lontano

MIb    SOL#    SIb

lei ti guarda con un sorriso

MIb     SOL#        MIb

non credevi che il paradiso

FA-     SOL7     DO-

fosse solo lì al primo piano

LA-    MI7     LA-

Via del Campo ci va un illuso

DO    FA   SOL

a pregarla di maritare

DO     FA     DO

a vederla salir le scale

RE-        MI7    LA-

fino a quando il balcone è chiuso

LA-     MI7     LA-

Ama e ridi se amor risponde

DO      FA  SOL

piangi forte se non ti sente

DO       FA    DO

dai diamanti non nasce niente

RE-       MI7      LA-

dal letame nascono i fior

DO      FA   DO

dai diamanti non nasce niente

RE-       MI7      LA-

dal letame nascono i fior.

 Leggi anche: Frasi Negrita le più belle da dedicare: amore e amicizia

Oreste Barile (studente YLab Unisa 2018-2019)

avatar
Gianmarco Abate nato il 20 Giugno del 1989 laureato in Geologia con il cuore a spicchi 🏀 Sangue verde come i colori dell'Irpinia 💚 Quasi giornalaio...ehm, giornalista.
No comments yet! You be the first to comment.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading...