Notice: WP_Scripts::localize è stato richiamato in maniera scorretta. Il parametro $l10n deve essere un array. Per passare dati arbitrari agli script, usa la funzione wp_add_inline_script(). Leggi Debugging in WordPress per maggiori informazioni. (Questo messaggio è stato aggiunto nella versione 5.7.0.) in /home/admin/web/ypeople.it/public_html/wp-includes/functions.php on line 5775
Il quadro La Notte Stellata: cosa rappresenta e dove si trova | YPeople.it

Il quadro La Notte Stellata: cosa rappresenta e dove si trova

Il meraviglioso quadro La Notte Stellata un’opera di Vincent Van Gogh che cosa rappresenta e dove si trova?

Il quadro La Notte Stellata come la gran parte delle opere di Vincent Van Gogh rappresentano uno spaccato della sua vita artistica. L’artista non ha vissuto una vita semplice, tutto ciò viene espresso in maniera abbastanza evidente e quasi commovente dalle sue opere, tra cui “La Notte Stellata”.

Il quadro La Notte Stellata: cosa rappresenta

opera realizzata quando Van Gogh si trovava già da qualche settimana ricoverato nell’istituto psichiatrico di Saint-Rémy. In questo luogo il suo stile divenenne molto più intenso esprimendo così il suo lato tormentato.
Era il 1889 quando fu ricoverato a seguito di un esaurimento nervoso; nell’istituto Vang Gogh aveva la possiblità di dipingere quadri all’aperto e realizzare tutti i suoi capolavori come il quadro La Notte Stellata. E’ plausibile affermare che Van Gogh non riprodusse il paesaggio che vedeva direttamente dalla sua finestra, ma lo prese semplicemente come forma di ispirazione.

Per capire cosa trasmette “La Notte Stellata”, basta guardare il cielo, la natura, le luci, che in un certo senso diventano il sostituto della religione e attraverso ciò il pittore si collega all’infinito ed all’universo.

Nella “Notte Stellata” si possono distinguere tre componenti: il paesino e la chiesa tipica, il cipresso ed il cielo con le sfere luminose. Van Gogh, in questo quadro, lascia sullo sfondo il tormento ed i ricordi del suo paese olandese così ordinato e tranquillo. Nel quadro La Notte Stellata, si ritrova una calma quasi inquietante, un cielo notturno con spirali di luce e di ombre, le quali sembrano inseguirsi tra le stelle. Un altro aspetto significativo è che Van Gogh, senza rendersene conto dipinse il pianeta di Venere.

Fu lo storico Albert Boime, il quale si rese conto che nel quadro La Notte Stellata fosse stato rappresentato il pianeta di Venere. Confrontando il dipinto con una mappa del cielo che corrispondeva al giorno in cui fu dipinto il quadro  “Notte Stellata “(il 9 giugno 1889). Quella che Van Gogh chiamava la “stella del mattino” di cui parlava nelle lettere al fratello Theo non era altro che il pianeta Venere.

Il quadro La Notte Stellata dove si trova

Sua cognata divenne poi la proprietaria del quadro La Notte stellata. La “Notte Stellata” fu venduta per la prima volta nel 1900 al poeta francese Julien Leclerq, il quale a sua volta la vendette all’artista post impressionista Émile Schuffenecker. Sei anni dopo, Johanna Gezina Van Gogh-Bomger, recuperò il dipinto per consegnarlo alla Galleria Oldenzeel di Rotterdam. Oggi il quadro La Notte Stellata è visibile al pubblico presso il Museum of Modern Art di New York.

Leggi anche:

L’Ultima Cena: significato, dove si trova e come visitarla

Alessia Basanisi (studentessa YLab Unisa 2018-2019)

avatar
Gianmarco Abate nato il 20 Giugno del 1989 laureato in Geologia con il cuore a spicchi 🏀 Sangue verde come i colori dell'Irpinia 💚 Quasi giornalaio...ehm, giornalista.

BENVENUTO NEL MONDO  

 

Iscriviti al nostro canale YouTube

 ISCRIVITI

 

📲Per ricevere tutti gli aggiornamenti in tempo reale invia un messaggio su WhatsApp al numero +39 0461 163 6020

🔵 PROPONI LA TUA PARTNERSHIP A Y MEDIA ANALYTICA 🔵 

SCARICA LA BROCHURE

per richieste di informazioni:

direttore@ypeople.it