Notice: WP_Scripts::localize è stato richiamato in maniera scorretta. Il parametro $l10n deve essere un array. Per passare dati arbitrari agli script, usa la funzione wp_add_inline_script(). Leggi Debugging in WordPress per maggiori informazioni. (Questo messaggio è stato aggiunto nella versione 5.7.0.) in /home/admin/web/ypeople.it/public_html/wp-includes/functions.php on line 5775
Nuovo Decreto 7 gennaio 2021: cosa cambia e cosa si può fare | YPeople.it

Nuovo Decreto 7 gennaio 2021: cosa cambia e cosa si può fare

NUOVO DECRETO GENNAIO 2021 – Nel corso della riunione del Consiglio dei Ministri andata in scena nella serata di ieri, il Governo Conte ha definito le nuove disposizioni che entreranno in vigore dal 7 gennaio 2021 e le misure restrittive che verranno applicate in Italia nelle prossime settimane. Ecco cosa cambia e cosa si potrà fare.

Il Governo va avanti con la sua linea: sistema a zone, con i tre colori (rosso, arancione e giallo, ndr) che continueranno ad accompagnare la cittadinanza così come nell’ultimo mese. Confermato il divieto di spostamenti fra regioni fino al 15 gennaio, mentre l’Italia sarà zona gialla nei giorni 7 e 8 gennaio, consentendo la riapertura al pubblico di bar, ristoranti, pizzerie e pub.

Il 9 e il 10 gennaio, invece, è prevista zona arancione in tutto il Paese, con gli spostamenti all’esterno del proprio comune (ma all’interno della regione di appartenenza, ndr) che saranno consentiti soltanto per motivi comprovati. Fino al 15 gennaio, nei giorni festivi e prefestivi, ristoranti e bar resteranno chiusi, mentre continueranno ad essere consentiti gli spostamenti da comuni con meno di 5mila abitanti ed entro un raggio di 30 km.

Per le zone rosse viene confermata la possibilità di spostarsi, una sola volta al giorno, per massimo due persone, verso una sola abitazione privata all’interno della propria Regione, specificando i rispettivi indirizzi sull’autocertificazione.

Nella giornata di domani, il Ministro della Salute Roberto Speranza effettuerà il consueto monitoraggio delle regioni insieme ai tecnici del Governo, andando ad analizzare le singole situazioni e l’andamento dei dati e della curva del contagio nei vari territori. Stretta anche sugli indici che porteranno all’assegnazione di tali zone: scatterà immediatamente la zona rossa se l’RT regionale dovesse essere compreso fra 1,25 e 1,5, mentre la zona arancione si attiverebbe alla soglia dell’1.

Poi, in collaborazione con il Ministro Boccia, Speranza firmerà le singole ordinanze e si avrà un quadro più chiaro della situazione.

Leggi anche:

Regione Campania, De Luca: “Le zone del Governo sono una buffonata” (Video)

avatar
Nato ad Avellino il 26 dicembre 1996, ha conseguito la Laurea Triennale in Scienze della Comunicazione e attualmente studia Corporate Communication e Media presso l'Università degli Studi di Salerno. Giornalista pubblicista dal 30 settembre 2020, ama, segue e pratica lo sport più bello del mondo.

BENVENUTO NEL MONDO  

 

Iscriviti al nostro canale YouTube

 ISCRIVITI

 

📲Per ricevere tutti gli aggiornamenti in tempo reale invia un messaggio su WhatsApp al numero +39 0461 163 6020

🔵 PROPONI LA TUA PARTNERSHIP A Y MEDIA ANALYTICA 🔵 

SCARICA LA BROCHURE

per richieste di informazioni:

direttore@ypeople.it