Notice: WP_Scripts::localize è stato richiamato in maniera scorretta. Il parametro $l10n deve essere un array. Per passare dati arbitrari agli script, usa la funzione wp_add_inline_script(). Leggi Debugging in WordPress per maggiori informazioni. (Questo messaggio è stato aggiunto nella versione 5.7.0.) in /home/admin/web/ypeople.it/public_html/wp-includes/functions.php on line 5777
Beppe Ghisolfi: le scelte di vita del "Banchiere Umanista" (Video) | YPeople.it

Non fu solo il suo grande impegno a favore della cultura che fa ricordare Raffaele Mattioli come il “banchiere umanista”. Infatti, don Raffaele, da personaggio poliedrico quale era, si prodigò per salvare casa Savoia e, allo stesso tempo, fu amico del Partito Comunista e di Togliatti, che conobbe grazie all’amico economista Piero Sraffa. Si adoperò per fare pervenire gli aiuti necessari per le cure di Antonio Gramsci ed era amico e discepolo di Benedetto Croce.

Dopo aver fatto diventare la Banca Commerciale Italiana la fucina della classe dirigente laica italiana, riunendo intorno a lui personaggi come Adolfo Tino, Enrico Cuccia, Ugo La Malfa e Guido Carli, contribuì, con alcuni di loro, a fondare il Partito d’Azione. Rinunciò alla presidenza della neonata Comit, nata dalla ristrutturazione della Banca Commerciale, perché avrebbe dovuto condividere la presidenza onoraria con Gaetano Stammati. E proprio sulla figura di Stammati che la biografia di don Raffaele si incrocia con quella di un altro “banchiere umanista”, Beppe Ghisolfi, protagonista di questa YLife.

Ghisolfi, un intellettuale prima di tutto, può intraprendere la sua carriera di banchiere grazie all’allora ministro del Tesoro, Gaetano Stammati, e al suo decreto che stabilisce l’urgenza della compatibilità fra la professione da cui Beppe proviene e la sua carica di amministratore della Cassa di Risparmio di Fossano, posizione a cui aspirava Ghisolfi, sin da bambino, quando vide negare dalla stessa banca il prestito al suo papà.

Il suo carattere aperto, le sue attitudini relazionali e comunicative, e la sua sistematica e chiara volontà nel circondarsi di banchieri di cultura e mecenati, fanno di Ghisolfi un “banchiere umanista” a tutto tondo.

P.S.: Caro Beppe, secondo il fisico Hugh Everett, e la “interpretazione a molti mondi”,a ogni possibile “scelta” corrisponde un diverso universo. L’ipotesi di Everett, nel suo insieme, lascia pensare che con le nostre scelte non si realizza una sola tra tante possibilità, ma si realizzano sempre tutte. E’ interessante notare, tuttavia, quali sono le conseguenze delle tue scelte nell’Universo in cui viviamo. Dalla tua video intervista, e dal racconto del #YTeam, è chiaro che il tuo carattere e il tuo modo di approcciare questa professione, che richiede riservatezza e discrezione, tanto da fare apparire alcuni di voi a volte un po’ austeri, sembra beneficiare del tuo modo di fare. I racconti diretti che fai dei tuoi “colleghi”, e delle loro vite, lasciano svelare quel volto Umano che la professione, e il suo codice di comportamento, tante volte nasconde. I banchieri italiani e il loro presidente, Antonio Patuelli, non potevano scegliere migliore portavoce.
Leggi anche:
avatar
Ernesto insegna all'Università di Trento, Dipartimento di Economia e Management. Si occupa di intelligenza artificiale applicata al management e al marketing. Ha interesse per alcuni temi filosofici, in particolare quelli riguardanti i fondamenti delle discipline scientifiche.

BENVENUTO NEL MONDO  

 

Iscriviti al nostro canale YouTube

 ISCRIVITI

 

📲Per ricevere tutti gli aggiornamenti in tempo reale invia un messaggio su WhatsApp al numero +39 0461 163 6020

🔵 PROPONI LA TUA PARTNERSHIP A Y MEDIA ANALYTICA 🔵 

SCARICA LA BROCHURE

per richieste di informazioni:

direttore@ypeople.it